teaser

acquista e vedi lo spettacolo

Blindate

  • genere
    concerto
  • data
    05/06/2021 19:00

Lo spettacolo
e l'universo artistico

Blindate è uno spettacolo nel cartellone di Solo in Teatro 2020-2021 disponibile on demand.

La performance è preceduta da un’intervista con la protagonista e dalle immagini del suo dietro le quinte della residenza artistica e delle prove al Teatro Café Müller.
Durata 46'

Sandhya Nagaraja accompagna lo spettatore in un viaggio a cavallo degli anni Trenta e Quaranta fra danza e canto, con voce e corpo. Il ritmo del respiro diventa sonoro e si fa canto, diventa movimento e si fa danza. Danza e canto si compenetrano per dare vita al personaggio, al ricordo, all'emozione, per evocare immagini e mondi, attraversando le barriere dello spazio e del tempo grazie al teatro, luogo-non luogo magico per eccellenza, per cogliere ciò che è insito nell'uomo eppure lo trascende.  Sandhya si è fatta ispirare, per la sua creazione,  dallo spazio fisico nel quale performerà: il teatro Café Müller negli anni Trenta e Quaranta fu una sala da ballo e sull’artista quegli anni esercitano da sempre un grande fascino. Gli oggetti di scena (un tavolino, un microfono e un abito d’epoca) saranno segni a rievocare quel periodo storico e richiamare, alla mente del pubblico, l’atmosfera di allora.

 

 
 
 

Le parole dell'interprete


In tutti i miei lavori cerco sempre di coordinare voce e movimento. Per questo assolo sono partita dal titolo stesso della stagione, Solo in Teatro: ho riflettuto sulla specificità del teatro e sulla concezione di spazio e tempo teatrali. Voglio valorizzare il fatto che in teatro, più che in qualsiasi altro contesto, il tempo e lo spazio possano evocare qualsiasi cosa riusciamo a immaginare, e tutto ciò avviene sul momento. "Blindate" lo possiamo leggere sia all’inglese, e quindi significa appuntamento al buio, sia all’italiana, in tal caso riflette una realtà statica durata un anno. Nel primo caso si pone l’accento sull’assenza che ha caratterizzato questa epoca pandemica: chi agisce nello spazio teatrale è solo, aspetta il suo partner immaginario che è il pubblico. Io avrò un ristretto numero di pubblico ma anche degli spettatori, quelli a casa, che non vedrò. Si tratta di un’assenza non banale per chi fa teatro. Nel secondo caso in scena rimarrò “blindata” in un tempo passato. Si tratta di una realtà tutto sommato piacevole ed è lei ad avermi scelta. 


 

 

 

 

Galleria immagini

Crediti

di e con Sandhya Nagaraja

ph microfono retrò Moreno Monti
ph bianco e nero retrò Dario Garegnani
ph danza figura intera Valentina Mari

Tutte le immagini sono coperte da copyright.
Tags:
Solo in Teatro, Teatro Café Müller