Ora online:
24 ORE X 24 MINUTI

Maurizio Andruetto

Impromptu 2022 | Galleria n°2

  • fotografie di Maurizio Andruetto
  • spettacolo Impromptu 2022
  • autore
  • compagnia
  • con Gonzalo Jeremias Alarcòn Alarcòn, Marta Alba, Nicole De Bernardi, Maria Camila Gonzales Ardila, Lucia Llamas, Alice Magnani, Anna Menini, Andrea Yolitzin Ramos Mora, Sebastian Ignacio Retamal Albornos, Matilde Rizza, Noemi Sica, Izabella Cristina Souza Do Nascimento
  • ospitato da Stagione della Città di Grugliasco
  • data 7 maggio 2022
  • luogo Teatro Le Serre
  • città Grugliasco (Torino)
  • Immagini coperte da copyright
Documentazione fotografica dello spettacolo di fine corso degli allievi del I° anno del Corso di formazione professionale per Artista di Circo contemporaneo, evento realizzato il 7 maggio 2022 al Teatro Le Serre di Grugliasco, nell’ambito della stagione teatrale della Città di Grugliasco (TO). Il concetto di limite è al centro di Impromptu, spettacolo corale degli artisti del primo anno dell’Accademia di Formazione professionale per artista di circo contemporaneo di Fondazione Cirko Vertigo e nuova produzione under 35. I giovani circensi, sotto la direzione artistica di Eric Angelier, direttore della scuola Arc en Cirque di Chambery (Francia), si confrontano con il limite inteso come margine, limen, zona di ambiguità teatro di gioco fra simboli culturali e loro inedite ricomposizioni. 
Affrontando le loro paure, espandendo i loro limiti, vivendo il gruppo di lavoro come forza a cui attingere, sperimentando empatia e sostegno per superare le difficoltà, gli artisti in scena, che provengono da Italia, Spagna, Cile, Messico, Colombia e Brasile, scavano nel profondo non senza una necessaria ironia. Acrobatica, cerchi e tessuti aerei, roue cyr, giocoleria, scala di equilibrio, cinghie, trapezio, palo cinese, danza, teatro sono le discipline a disposizione di una creazione improvvisa, carica dell’energia di un primo confronto con la scena. Il limite è visto come luogo nel quale i giovani artisti mettono a confronto le loro esperienze, tutte diverse e al tempo stesso accomunate dalla medesima passione per il circo contemporaneo e l’arte performativa. Il limite sulla scena acquisisce molteplici sfaccettature: è il limite tra il non essere amati e l’appagamento, fra realtà e fantasia, terra e cielo, tra se stessi e gli altri. Il limite diventa, in quanto luogo di transizione e passaggio, un momento utile alla crescita personale e al cambiamento.